Energy Healing

Oggi abbiamo molte opportunità per apportare trasformazioni a livello fisico, mentale e spirituale, e anche solo agendo su uno di questi livelli si agisce sugli altri. Sono difatti interconnessi.

Quando comprendiamo che ci sono vie semplici per stare bene, vi sono nuove opportunità che giungono nella vita per condurci a una trasformazione.

Vi sono vari modi e tecniche che permettono di liberare la psiche dai ricordi dolorosi o dai traumi. Bisogna solo convincersi che la pulizia della psiche è tanto importante come quella del corpo… 

Molti di voi non sanno che siamo più di quello che vediamo. Ebbene non abbiamo solo una parte fisica, ma anche energetica invisibile. Il campo aurico, che avvolge il nostro corpo fisico, è formato dall’energia prodotta dai nostri Chakras, centri energetici vitali. Questi sono posizionati lungo la colonna vertebrale e poco sopra il centro degli occhi e alla sommità del capo.

Possiamo utilizzare la meditazione per riportare in stato di equilibrio i nostri centri energetici: allora il corpo fisico e la mente ne beneficiano. La mente deve essere disciplinata affinché governi le nostre decisioni e i nostri comportamenti. Purtroppo, di sovente si agisce per il 90% circa secondo l’nconscio, con automatismi che non sempre ci agevolano. 

Attraverso le meditazioni possiamo recuperare serenità o placare il chiacchiericcio della mente. Possiamo andare in profondità e comprendere meglio le nostre emozioni.

Ciò che bisogna sapere è che ci agevola sempre un percorso di crescita personale, d’introspezione nell’inconscio. Ci sono tecniche riconosciute a livello mondiale che possono aiutarci a trasformare i programmi negativi, che portano istintivamente a comportamenti che non sono sani e  limitanti, non facendoci vivere il potenziale.

Ippocrate (nato a Kos, nel 460a.C.), considerato padre della medicina, nella sua opera “Sulle arie, le acque e i luoghi”, traccia uno dei più grandiosi programmi di eziologia di tutta la storia della medicina, e identifica come cause della malattia tre principali gruppi: l’ambiente in cui si vive (fattori climatici, ambientali, ma anche sociali e psicologici del paziente), la dieta alimentare e i traumi fisici. Sosteneva anche che, per quanto riguarda le cause interne della malattia, questa insorgesse nell’organismo solo in caso di rottura dell’equilibrio.  

Essere in equilibrio significa avere maggiore stabilità e armonia interiore; la parte destra e sinistra devono collaborare. Ciò significa che la parte razionale deve essere unita a quella intuitiva, senza che una delle due sia predominante sull’altra. La parte femminile e maschile, quella sensibile e quella materiale, devono essere alla pari nella creazione e nel rendere onore alla vita. 

Quando ci sono conflitti o avversioni per l’altra parte, interni o esterni, non è semplice mantenere l’equilibrio, e  spesso insorgono stress e ansia. Ne fanno le spese il corpo fisico, la mente che si debilita e lo spirito che si fiacca. Il sistema immunitario si abbassa, predisponendo l’individuo a batteri e a virus patogeni. 

Una celebre frase di Einstein dice: “La vita è come andare in bicicletta: se vuoi stare in equilibrio devi muoverti.” Quindi, ci confronteremo spesso con qualcosa di conflittuale poiché questa è la vita stessa.  

 

E’ scientificamente provato che, fin dal primo momento che siamo nella pancia di nostra madre, assimiliamo informazioni e che continueremo a farlo fino ai 7 anni di vita. Lo facciamo attraverso le onde cerebrali Theta. Non esistono filtri in questa fase, è dunque molto importante l’ambiente in cui nasciamo e cresciamo.

Nell’esistenza ci confronteremo con quanto abbiamo appreso come vero, secondo i  programmi introiettati e creati personalmente. Senza saperlo siamo condizionati da tutte le memorie che sono nel nostro sub-conscio.  

Nella vita di tutti i giorni proiettiamo fuori, nella realtà esterna, tutte le nostre convinzioni in modo del tutto inconsapevole. Ciò ci serve per riconoscere la nostra verità, chi siamo realmente.

Gli studi scientifici affermano che agiamo con programmi inconsci per il 90% circa. Ci servono per preservare la specie, per non imparare tutti i giorni le stesse cose e, quindi, per evolvere. Ma vi sono anche programmi che nuociono alla realizzazione sentimentale e professionale, traumi che non fanno vivere felici la propria esistenza. 

Nei nostri programmi inconsci vi sono delle memorie non funzionali, a causa di un’elabrorazione errata dell’esperienza vissuta, accadimenti memorizzati come violenti o contro l’amore. Pertanto, sono dell’idea che tutto ciò che viviamo verta a recuperare quell’amor perduto, la nostra vera origine. 

Guarigione e trasformazione col Theta Healing

ThetaHealing® è oggi un marchio registrato. Tutti gli insegnanti e i praticanti devono essere stati formati ufficialmente.

La presenza del ThetaHealing® all’estero è massiccia: Europa, Asia, Nord America, Sud America e Oceania.

Forse, anche grazie alla fede che nutro in Dio o in una Sorgente Eterna che dà la Vita, reputo il Theta Healing una tecnica molto efficace per apportare guarigione e trasformazione delle convinzioni.

Vianna Stibal, naturopata e medico intuitivo statunitense, ha fondato il Theta Healing dopo averlo utilizzato su di sé per guarire da un tumore e su un numero considerevole di persone che si sono rivolte a lei per la loro guarigione.

Pratico questa tecnica soprattutto in quei casi dove vi sono ferite importanti e convinzioni resistenti, ma considero la connessione con la Coscienza Pura onnipresente. Pertanto, è attiva anche quando utilizzo tecniche di PNL o altro che conosco. In pratica, le tecniche possono essere interscambiabili, mentre è l’intento puro che le governa.

Il Theta Healing può essere abbinato alla medicina allopatica oppure omeopatica per aumentare le possibilità di guarigione o accelerarla; oppure, lo si può abbinare a un decorso pre e post operatorio.

Ho potuto sperimentare personalmente l’affidabilità di questa tecnica canalizzando l’energia più alta su persone gravemente malate che, a dir dei medici, avevano rare possibilità di guarire. 

La tecnica si caratterizza anche per apportare trasformazioni sulle convinzioni e instillare sentimenti di cui si è carenti. 

Leggi di più…

Energy Healing - Claudia Mengoli

Mentre guardi il video, senti come la serenità dentro di te aumenta, ricorda i momenti dove ti sei sentito più grande di quello che pensavi… Vedi, senti e assapora ancora le sensazioni che hai provato quando sei giunto a ciò che desideravi… Immagina di raggiungere altro che ora desideri. Vedi, senti, ascolta… il mondo è potenzialità pura, è puro amore… Senti come questo si riflette nella tua vita. L’immaginazione crea. Fai attenzione ad avere solo pensieri che corrispondano al mondo che vuoi!

L’immaginazione è più importante della conoscenza. La conoscenza è limitata; l’immaginazione abbraccia il mondo.

(Albert Einstein)

Guarigione e trasformazione con Psico-genealogia e Costellazioni familiari

La psico-genealogia è stata fondata da Anne Ancelin Schutzenberger, psicoterapeuta, analista di gruppo e psicodrammatista di fama internazionale.

Quello che salta subito all’occhio per chi inizia una terapia con la psicogenealogia o le costellazioni familiari è che tutto ciò che s’ignora della propria famiglia è altrettanto importante di ciò che se ne conosce. 

Si tratta di onorare i propri antenati, dando loro vita e comprendendo il loro vissuto senza giudizi. 

La ricerca genealogica opera su 4 livelli principali di osservazione:

– la storia trigenerazionale della famiglia (nonni-genitori-figli);

– l’organizzazione relazionale e comunicativa attuale della famiglia;

– la funzione del sintomo del singolo individuo nell’equilibrio della famiglia;

– la fase del ciclo vitale della famiglia in cui si presenta il sintomo del singolo.

Fare un percorso trans-generazionale significa voltare pagina col passato, affinché ciò che ha procurato dolore, vergogna, umiliazione, non bruci più passando da una generazione all’altra.

Si tratta di un processo di perdono senza dimenticare.

Le Costellazioni Sistemiche Classiche, create da Bert Hellinger, sono lo strumento per rielaborare quanto è emerso dalla psicogenealogia. Si tratta di mettere in luce i coinvolgimenti più forti in cui il cliente è irretito e che ne limitano le energie. Sono importanti i legami con i membri della famiglia morti prematuramente o esclusi. I partecipanti ad un seminario si accorgono subito che i “rappresentanti” sentono una forza che li muove o guida durante la costellazione; tale forza si manifesta all’interno di un campo energetico chiamato Campo Cosciente o Campo Morfogenetico.

Ritrovare la nostra origine nell’Amore…

Siamo Esseri Spirituali che compenetrano il mondo della materia, divenendone parte, e che possono sperimentarlo su differenti livelli. Siamo dotati di un corpo che pare quasi inesistente paragonato all’Universo, nonostante sia composto da 37.200 miliardi di cellule viventi… Pertanto, l’uomo sembra ben piccola cosa rispetto al grande insieme di cui fa parte. 

A volte l’uomo si ritrae per paura di non essere abbastanza o di essere un granello di sabbia insignificante, anche se fa parte di un immenso Universo.  

Ciascuno di noi si specchia nell’altro per riconoscersi, eppure a volte siamo avversi a chi non è come noi. Quanti limiti e preconcetti! Così, a volte condividiamo la gioia, mentre in altri casi proviamo rabbia o risentimento per quello che ci è stato fatto da un nostro simile.  

L’uomo e la donna si sperimentano a vicenda e si completano. Si scambiano sentimenti, emozioni e pensieri. A volte credono di aver trovato l’amore, ma poi si ricredono poiché, in fondo, tale nobile sentimento non è roba da poco e alla portata di tutti!

Il mondo intero reclama o brama l’amore, un elisir di lunga vita. Ma nessuno può riconoscere fuori quello che non ha riconosciuto dentro. Dobbiamo solo bypassare certe memorie, che ci fanno pensare di essere divisi e non meritevoli di quell’amore. Ma possiamo rivolgerci alla grande Sorgente, poiché facciamo parte di un vasto Campo Cosciente Spirituale. Non siamo distanti, bensì piccole onde in un vasto mare che si muove all’infinito.

Se vogliamo che la nostra specie sopravviva, se vogliamo trovare un significato alla vita, se vogliamo salvare il mondo e ogni essere senziente che lo abita, l’amore è l’unica e l’ultima risposta.

(Albert Einstein)

error: